Penale

Misure di prevenzione: «traffici delittuosi» e «vivere onestamente», la Consulta boccia le formule generiche

Francesco Machina Gifeo

La Corte costituzionale, con due differenti decisioni, ha ridisegnato in senso più garantista le misure di prevenzione. Con la sentenza n. 24/2019 (relatore Francesco Viganò), il giudice delle leggi ha infatti stabilito che è illegittimo, a causa della eccessiva genericità dei potenziali destinatari delle disposizioni, sottoporre alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza e alla misura di prevenzione della confisca dei beni le persone che "debbano ritenersi, sulla base di elementi di fatto, ...