Comunitario e Internazionale

La libera circolazione supera il riconoscimento delle qualifiche

di Marina Castellaneta

No a oneri sproporzionati per chi chiede di esercitare una professione

La libera circolazione dei professionisti e il diritto di stabilimento devono essere garantiti anche se la direttiva 2005/36 sul riconoscimento delle qualifiche professionali non è applicabile. Gli Stati membri, infatti, non possono imporre in modo automatico misure gravose su un cittadino Ue che non ha ancora ottenuto un titolo di formazione idoneo nello Stato in cui ha conseguito la laurea, ma devono effettuare un esame comparativo ed eventualmente stabilire misure proporzionali. Lo ha stabilito...