Lavoro

Cigs: bocciata l'azienda che stabilisce autonomamente i criteri per individuare i lavoratori da sottoporre alla misura

di Giampaolo Piagnerelli

La scelta non può ricadere solo sugli accordi aziendali che facevano riferimento a esigenze tecnico-organizzative connesse al piano di riorganizzazione

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

La Cassazione boccia Natuzzi sulla scelta del lavoratore da sottoporre alla cigs. I Supremi giudici (ordinanza n. 90/23) hanno fornito chiarimenti in materia di Cigs e hanno puntualizzato che nel caso esaminato gli accordi aziendali facevano riferimento solo a esigenze tecnico-organizzative connesse al piano di riorganizzazione, ma senza alcuna indicazione dei criteri in base ai quali individuare i singoli soggetti che, in ragione di quelle esigenze, andavano, di volta in volta, sospesi.

Il criterio...