Penale

Niente maltrattamenti in famiglia se la moglie tiene testa al marito

di Selene Pascasi

Non si configura il reato di maltrattamenti in famiglia, se la moglie, presunta vittima del delitto, reagisce alle intemperanze del marito, senza mai assumere un atteggiamento di passiva soggezione nei suoi confronti. A sottolinearlo, è la Sesta Sezione Penale della Corte di Cassazione, con sentenza n. 5258 resa il 13 novembre 2015, e depositata il 9 febbraio 2016. La decisione, nel confermare l’assoluzione pronunciata in secondo grado nei confronti di un uomo, accusato di aver commesso il reato ...