Civile

Tutela della privacy: se la violazione è minima deve prevalere il principio della tolleranza

di Giampaolo Piagnerelli

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

In breve

La protezione dei dati personali non si sottrae alla "gravità della lesione" e alla "serietà del danno"

In materia di violazione della privacy occorre che il soggetto passivo denunci in maniera analitica i danni sofferti senza limitarsi a eccepire che l'illecito uso dei suoi dati gli avrebbe procurato una generica sofferenza. Un comportamento questo che - secondo la Cassazione (ordinanza n. 16402/21) - è completamente inadeguato per riconoscere il danno non patrimoniale.

La vicenda

Il tribunale di Messina aveva rigettato la domanda proposta da un soggetto, finalizzata a far accertare l'illecito...