Professione e Mercato

Brevetti industriali e copyright al test dell’intelligenza artificiale

di Dario Aquaro

Le opere create dalle macchine pongono il problema dei diritti di proprietà intellettuale. Ma per quanto il loro processo creativo sia autonomo, i sistemi informatici non hanno capacità giuridica

Il caso Dabus, che tutti citano, ha dato rilevanza pubblica al tema. Ma la questione dei rapporti tra intelligenza artificiale (Ai) e proprietà intellettuale è già all’attenzione degli studi legali specializzati.

Dabus è il sistema di Ai che lo scienziato Stephen Thaler ha tentato di far riconoscere quale “inventore” in alcune domande di brevetto. La provocatoria richiesta, bocciata in quasi tutto il mondo (non in Australia e Sudafrica), ha però colto nel segno, accendendo il dibattito. Perché...