Professione e Mercato

Si applica il favor rei per le norme del codice deontologico forense approvato nel 2014

di Mario Finocchiaro

In breve

Lo confermano le Sezioni unite della Cassazione con la sentenza n. 19296/2021

Ai sensi dell'articolo 65, comma 5, della legge n. 247 del 2012, che ha recepito il criterio del favor rei in luogo di quello del tempus regit actum, le norme contenute nel nuovo codice deontologico forense, approvato il 31 gennaio 2014, si applicano ai
procedimenti in corso al momento della sua entrata in vigore, se più favorevoli per l'incolpato. Ne consegue che l'individuazione del regime giuridico più favorevole deve essere effettuata non in astratto, ma con riguardo alla concreta vicenda disciplinare...