Società

Il Codice della Crisi spinge verso l'adozione di un Modello Organizzativo 231

di Benedetta Colombo, Cipriano Ficedolo*

Il rapporto tra gli assetti organizzativi, amministrativi e contabili ex art. 2086 c.c. e il Modello Organizzativo di cui al D.Lgs. 231/2001

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

Il Codice della crisi e dell'insolvenza (di seguito anche "CCI"), introdotto mediante il D. Lgs. 14/2019, ha operato una riforma della legislazione fallimentare ispirata alla prevenzione della crisi e al risanamento delle imprese mediante la gestione anticipata del rischio.

Ai sensi del rinnovato art. 2086 c.c. l'imprenditore ha il dovere di istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell'impresa. Tra i rischi da tenere in considerazione...