Penale

Olocausto e negazionismo, la libertà di espressione incontra il limite invalicabile del dato storico

di Pietro Alessio Palumbo

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

Lo ha ribadito la Cassazione con la sentenza 3808/2022

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

La prospettiva del revisionismo dell'Olocausto ebraico a sostegno della liceità del "negazionismo" in quanto espressione della libera manifestazione del pensiero posta in essere per mezzo della critica storica dei fatti si basa sulla riproposizione di argomentazioni ampiamente smentite da documenti ufficiali della Comunità Internazionale e delle autorità giudiziarie internazionali. A cominciare, per citare solo la questione della «soluzione finale», dai risultati del processo di Norimberga. Secondo...