Responsabilità

Il cittadino che cade a terra per propria negligenza non può chiedere il risarcimento del danno

Viene meno il nesso di causalità tra il soggetto e le eventuali insidie del terreno

di Giampaolo Piagnerelli

«In tema di responsabilità civile per danni da cose in custodia, la condotta del danneggiato, che entri in interazione con la cosa, si atteggia diversamente a seconda del grado di incidenza causale sull’evento dannoso, in applicazione - anche ufficiosa - dell’art. 1227, comma 1, c.c., richiedendo una valutazione che tenga conto del dovere generale di ragionevole cautela, riconducibile al principio di solidarietà espresso dall’art. 2 Cost., sicché, quanto più la situazione di possibile danno è suscettibile...