Penale

Non «paga» la società se l’infortunio non c’entra con il risparmio dei costi

di Patrizia Maciocchi

In breve

Confermata la condanna del datore di lavoro ma esclusa la 231 per l’ente

L’ente non è responsabile per l’incidente subìto dal lavoratore, se la violazione delle norme anti infortunistiche è il risultato di una sottovalutazione del rischio ma senza l’intenzione di risparmiare sui costi, massimizzando i profitti. La Cassazione ( sentenza 22256) conferma la condanna del datore di lavoro per lesioni, ma esclude la responsabilità dell’ente, prevista dal Dlgs 231/2001, quando il reato viene commesso nel suo interesse o a suo vantaggio. I giudici di legittimità circoscrivono...