Responsabilità

Per la responsabilità dei magistrati più numerosi i danni risarcibili

di Giovanni Negri

Giudicata illegittima la disciplina prevista prima della riforma 2015

Si estende la responsabilità dei magistrati. Che potranno essere chiamati a risarcire anche i danni non patrimoniali che derivano dalla lesione di diritti inviolabili.

Lo prevede già la riforma del 2015, ma ora la Corte costituzionale interviene, con la sentenza n. 205 depositata ieri e scritta da Emanuela Navarretta, per censurare anche la disciplina precedente che limitava invece la responsabilità civile delle toghe in caso di danni non patrimoniali alla sola ipotesi della privazione della libertà...