Penale

«Contro il crimine organizzato la Ue batta un colpo»

di Ivan Cimmarusti

«Un capo mafia rimane tale fino a quando non muore o non diventa collaboratore di giustizia». Neanche un ergastolo può far venire meno quel legame con la struttura associativa. Per questo il verdetto della Cedu, che boccia l’Italia sull’ergastolo ostativo, «sicuramente influisce negativamente sul contrasto alla criminalità organizzata».

Ne è convinto il procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri, tra i massimi esperti in materia di mafie, che al Sole 24 Ore ha voluto sottolineare, implicitamente...