Civile

Voluntary Disclosure, nullo l'accertamento sugli importi "residui" non oggetto della precedente "regolarizzazione" già approvata

di Luca Cellamare, C. Ciminiello Jr

Nota a Commissione Tributaria Provinciale di Bari, sentenza n. 658/2022

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

La società aderisce alla "Voluntary Disclosure" regolarizzando spontaneamente gli importi "sovrafatturati" col "benestare" dell'Agenzia delle Entrate. Ma l'Amministrazione Finanziaria successivamente cambia idea: per il Fisco si tratta di una sorta di acquiescenza totale del contribuente, "preventiva" rispetto alle successive contestazioni e, snaturando lo scopo della Voluntary, recupera il costo dell'intera operazione. Il recupero, secondo i giudici tributari, è nullo.

LA VICENDA

Una Srl operativa nel mondo...