Famiglia

Assegnazione della casa all’ex partner «blindata» da trascrizione e figli

di Antonino Porracciolo

La casa familiare, assegnata al partner separato o divorziato, è protetta di fronte alle pretese avanzate dai terzi, come acquirenti o creditori. Ma si tratta di tutele circoscritte dalla legge e dalla giurisprudenza.

Il punto di partenza è l’articolo 337-sexies del Codice civile, che la riforma operata dal decreto legislativo 154/2013 ha inserito nel più ampio contesto delle disposizioni dettate per i casi di separazione, divorzio, annullamento, nullità del matrimonio e per i procedimenti relativi...