Professione e Mercato

GSP, controllata da Alcedo, completa la terza acquisizione nel packaging sostenibile

Attraverso il fondo Alcedo V la SGR punta a formare un polo nel settore delle soluzioni packaging green

Filippo Nalon, Ilaria Antonella Belluco

Green Sustainable Packaging S.p.A. (“GSP”), controllata da Alcedo SGR attraverso il Fondo Alcedo V, ha acquisito il 100% di Cartotecnica Rigon S.r.l. (“Rigon”), società attiva nella produzione e commercializzazione di soluzioni di packaging per il settore alimentare, meccanico, cosmetico e farmaceutico.

GSP ha rilevato la partecipazione dalla famiglia Rigon e alcuni soci di riferimento (Fiorenzo Rigon, Piera Battocchio Rigon e Manuel Rigon) hanno deciso di reinvestire nel progetto, acquisendo una quota di minoranza di GSP, e continueranno a mantenere i loro ruoli operativi con focus, rispettivamente, sulle aree direzione generale, commerciale ed operations.

Rigon è la terza acquisizione in meno di due anni da parte di Alcedo nel settore, con l’obiettivo di creare un polo di realtà eccellenti e complementari nell’ambito delle soluzioni di packaging evoluto. In particolare:

  • ad aprile 2022 è stata realizzata l’acquisizione di Scatolificio Gondola-Triveneto S.r.l. (“Gondola”), con sede a Cazzago di Pianiga (Venezia), società che opera con tre divisioni (termoformatura, cartotecnica e paper-cups), il cui maggiore punto di forza risiede nella flessibilità e nel servizio al cliente, con una comprovata capacità di lavorare piccoli e medi lotti in tempi rapidi, garantendo elevata qualità ed affidabilità dei servizi offerti;
  • a novembre 2023 è stata acquisita Firma Group S.r.l. (“Firma”), con sede a Cazzago di Pianiga (Venezia), società attiva nella cartotecnica digitale, anche per il tramite di un sito web to print (www.stampaindigitale.it), con un focus particolare sulle soluzioni espositive (espositori da terra, da banco, totem pubblicitari, cartelli vetrina).

Rigon, con sede a Carrè (Vicenza), è una società con oltre 60 anni di storia e ben riconosciuta nel settore, specializzata nella realizzazione di astucci e scatole in cartoncino teso ed accoppiato, con un parco macchine all’avanguardia e di uno stabilimento moderno e perfettamente organizzato, in grado di lavorare grandi lotti.

Nell’ottica di un rafforzamento del gruppo è stato inoltre nominato come CEO del gruppo GSP Marco Scantamburlo, manager di lunga e comprovata esperienza nel settore, che si occuperà dello sviluppo strategico e dell’integrazione delle aziende.

Il gruppo GSP, con quest’ultima acquisizione, raggiunge un fatturato pro-forma di circa 30 milioni di euro, un footprint produttivo di oltre 20.000 mq, con un parco macchinari di ultima generazione e con un portafoglio prodotti e soluzioni packaging fortemente complementare, che spaziano dal general packaging in cartone teso e accoppiato al mondo paper-cups (coppette e bicchieri in carta), passando dalla termoformatura di materiali plastici fino ad arrivare al mondo della comunicazione, dalle brochure alle soluzioni espositive semplici e complesse in cartone e multimateriale. Le tecnologie di stampa offset e digitale integrate nei plants consentono di soddisfare ogni esigenza in termini di lotto produttivo, rafforzando il concept di qualità, flessibilità e reattività, da sempre un punto cardine per le singole aziende ed ora sviluppato in un contesto aggregato.

Tutte le società del gruppo, da sempre attente ai temi ambientali, hanno costantemente posto grande attenzione alla sostenibilità, attuando il recupero completo degli scarti di lavorazione industriale, utilizzando materiali riciclabili e sviluppando processi e prodotti sostenibili, come dimostrato dai recenti importanti investimenti nelle linee di produzione di paper-cups.

La circolarità delle linee di produzione, unitamente all’utilizzo di materiali ecocompatibili, costituiscono un importante punto di partenza per l’impegno di Alcedo nello sviluppo e consolidamento del business in chiave ESG. Alcedo intende, infatti, supportare GSP nella costruzione di un solido framework ESG e nel processo che contribuisca a farle raggiungere la best practice nelle tematiche di sostenibilità ambientale.

Siamo orgogliosi di affiancare un’eccellenza come Rigon” spiega Filippo Nalon,Partner di Alcedo. “Crediamo molto nelle prospettive di crescita di Rigon e di GSP: è un importante tassello nel rafforzamento della posizione di mercato in Italia del gruppo, che ci permette di diversificare il portafoglio prodotti e clienti e ampliare le soluzioni tecnologiche, mantenendo una grande attenzione alle tematiche di sostenibilità. Il settore è piuttosto frammentato ed ulteriori mirate acquisizioni sono già in fase di analisi”.

Fiorenzo Rigon, Amministratore Delegato di Rigon, dichiara: “Abbiamo individuato in Alcedo e in GSP i partner ideali per continuare ed accelerare lo sviluppo dell’azienda, con l’obbiettivo di cogliere nuove opportunità di espansione. Lavoreremo al loro fianco per rafforzare la nostra presenza nel mercato di riferimento e per l’ingresso in nuovi mercati, anche esteri, con un portafoglio di soluzioni e tecnologie davvero completo”.

Per Alcedo l’operazione è stata condotta dai Partner Maurizio Tiveron e Filippo Nalon e dall’Investment Analyst Giovanni Lorenzetto. Alcedo è stata assistita per gli aspetti legali e societari dagli avvocati Ilaria A. Belluco e Luca Fabbrini, con un team composto dagli avvocati Riccardo Marini e Fabiano Belluzzi; per il banking dagli avvocati Francesco Dialti, Vincenzo Cimmino e Claudio Mastrobattista e per gli aspetti giuslavoristici dall’avvocato Gianvito Riccio, mentre gli aspetti fiscali e di strutturazione dell’operazione sono stati curati da Michele Citarella e da Luca Vitale, tutti dello studio CBA. Adacta ha svolto la Due Diligence finanziaria e fiscale. Tauw, con Milena Brambilla e Jacopo Gerbi, si è occupata della Due Diligence sui temi ESG. Circle Brain, con Federico Fiamengo, ha supportato infine Alcedo per gli aspetti strategici.

Per Rigon l’operazione è stata seguita dagli advisor Paolo Farinon ed Ermanno Catena, che hanno seguito tutti gli aspetti finanziari e fiscali, e dallo studio Studio Lambertini & Associati con gli avvocati Debora Cremasco e Gioia Carrabetta per gli aspetti legali.

L’operazione è stata finanziata da Cassa Centrale Banca S.p.A.; la banca finanziatrice è stata assistita dagli Avvocati Pasquale Bifulco e Marta Mastroeni, dello Studio Legale Shearman & Sterling.

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©