Civile

Inammissibile l’appello proposto con un ricorso-fiume di 200 pagine

di Alessia Urbani Neri

È inammissibile un atto di appello di oltre 200 pagine, senza struttura logica e privo di una chiara identificazione dei motivi d’impugnazione della sentenza di primo grado. È quanto afferma la Ctr della Toscana nella sentenza 918/1/2019, riaffermando i principi generali di sinteticità degli atti processuali (presidente Florio, relatore Andronio).

Il caso
Un contribuente aveva impugnato l’invito di pagamento del contributo unificato. In particolare, aveva sollevato censure attinenti a vizi formali...