Famiglia

Le sentenza che riconosce la reversibilità di parte della pensione di invalidità al divorziato non "vale" per la richiesta di quote dell'assegno integrativo

di Mario Finocchiaro

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

In breve

Non esistono precedenti sul caso esaminato dalla I sezione della Cassazione con l'ordinanza 15817/2021

In caso di divorzio, il passaggio in giudicato della sentenza che ha riconosciuto una quota della pensione di invalidità erogata dall'Inps al coniuge divorziato dell'assicurato non ha efficacia di giudicato (e non è, per l'effetto, preclusivo al suo esame, nel merito) nei confronti della analoga domanda proposta, dalla stessa divorziata, per ottenere, da un ente previdenziale di categoria, una [ulteriore] quota della pensione integrativa di reversibilità. L'autorità del giudicato sostanziale - infatti...