Responsabilità

Morte del convivente, non basta la sola coabitazione per il risarcimento del danno

di Andrea Alberto Moramarco

In breve

E' necessario dimostrare un saldo e duraturo legame con la vittima

Il diritto al risarcimento del danno derivante dalla morte di una persona va riconosciuto anche al convivente more uxorio del defunto, quando risulti dimostrata l'esistenza di una relazione caratterizzata da tendenziale stabilità e da mutua assistenza morale e materiale. A tal fine, non basta la mera coabitazione con la vittima, anche se questa è di lunga durata. A specificarlo è il Tribunale di Ravenna con la sentenza n. 312/2020.

La vicenda
La controversia prende le mosse da uno sfortunato incidente...