Società

Risoluzione del leasing finanziario e fallimento dell'utilizzatore: quid iuris?

di Rossana Mininno

In breve

In caso di contratto di leasing finanziario risolto per inadempimento dell'utilizzatore prima della declaratoria del fallimento di quest'ultimo il concedente è tenuto a proporre apposita domanda di insinuazione al passivo e, ove invochi l'applicazione dell'eventuale clausola penale stipulata a suo favore, ha l'onere di offrire al giudice delegato la possibilità di apprezzare se detta penale sia equa ovvero manifestamente eccessiva


Con l'espressione leasing finanziario (o locazione finanziaria) si intende il contratto con cui il concedente (locatore o lessor) si obbliga ad acquistare o a far costruire un bene su scelta e secondo le indicazioni dell'utilizzatore (conduttore o lessee), che ne assume tutti i relativi rischi, bene, nel contempo, concesso in godimento all'utilizzatore per un determinato periodo di tempo e verso il pagamento di un determinato corrispettivo.

A favore dell'utilizzatore è previsto il c.d. riscatto...