Civile

Licenziamento disciplinare, contenuti blindati per la mailing list dei dipendenti

Francesco Machina Grifeo

I contenuti di una mailing list aziendale riservata ai dipendenti godono delle stesse tutele riconosciute dalla Costituzione alla corrispondenza privata e come tali non possono essere utilizzati dal datore di lavoro a fini disciplinari. A meno che l'azienda non ne sia venuta a conoscenza su iniziativa di un dipendente, ricompreso tra i destinatari, che abbia chiesto tutela rispetto ad affermazioni mobbizzanti. Lo ha stabilito la Corte d'Appello di Milano, con la sentenza del 24 marzo 2016 n. 439, ...