Penale

La Consulta incrina il muro dell’ergastolo senza benefici

di Giovanni Negri

Una crepa nel muro dell’ergastolo ostativo. Se diventerà una voragine si vedrà. Intanto la Corte costituzionale con una sentenza, le cui motivazioni saranno depositate tra qualche tempo, ma i cui contenuti sono stati anticipati ieri, ha aperto alla possibilità che anche il condannato al carcere a vita per reati di mafia possa usufruire di permessi premio. Sempre che «abbia dato piena prova di partecipazione al percorso rieducativo». Allarmata la reazione del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede...