Penale

Il nuovo abuso d’ufficio non ferma le indagini a carico dei funzionari

di Valentina Maglione

La riforma dell’abuso d’ufficio, introdotta dal decreto semplificazioni, è stata voluta dal Governo per circoscrivere il perimetro del reato e arginare così il timore dei funzionari pubblici di subire un procedimento penale: alla base, secondo vari osservatori, della “burocrazia difensiva” che frena l’attività della Pa. Ma la nuova formulazione dell’articolo 323 del Codice penale, in vigore dal 17 luglio, rischia di mancare l’obiettivo.

Infatti la riforma, anche se restringe il campo della rilevanza...