Civile

Illegittime le campagne pubblicitarie "di riacquisizione del consenso"

di Giulia Maria Amato, Maria Pia Bochicchio*

Link utili

Tratto da Top24 e Smart24

Il consenso dell'interessato dev'essere "libero", qualsiasi azione di pressione o influenza inappropriata rende il consenso invalido con conseguente illegittimità del trattamento effettuato

Con l'ordinanza n. 11019 del 26 aprile 2021, la Corte di Cassazione ha statuito che la comunicazione telefonica volta ad acquisire il consenso degli utenti ad essere successivamente contattati per finalità promozionali costituisce essa stessa una "comunicazione commerciale" ex art. art. 7, comma 4 del d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (c.d. "Codice privacy").

In quanto tale, non può essere indirizzata agli utenti che abbiano in precedenza negato il consenso al trattamento dei propri dati a fini commerciali...