Penale

Stupefacenti, l’aggravante dell’ingente quantità resta legata alla valutazione del giudice

di Giuseppe Amato

Ai fini della determinazione della “quantità ingente” di sostanza stupefacente (articolo 80, comma 2, del Dpr 9 ottobre 1990 n. 309), pur dopo le innovazioni determinate dalla sentenza n. 32 del 2014 della Corte costituzionale e dagli interventi normativi che a essa sono seguiti (principalmente il decreto legge 20 marzo 2014 n. 36, convertito, con modificazioni, dalla legge 16 maggio 2014 n. 79, con cui si è innovato al sistema tabellare delle sostanze stupefacenti), mantengono validità le indicazioni...