Penale

Proibita l'espulsione dello straniero transgender se il suo Paese d'origine ha una "cultura omofoba"

di Pietro Alessio Palumbo

Con la recente sentenza 15600/2022 la Corte di cassazione ha chiarito che non è possibile adottare il provvedimento qualora il Paese d'origine dello straniero non sia in grado di fornire a costui adeguata ed effettiva tutela del suo orientamento sessuale

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

L'espulsione dello straniero condannato e detenuto in esecuzione di pena, riservata alla competenza del giudice di sorveglianza, costituisce una misura alternativa alla detenzione finalizzata a evitare il cronico sovraffollamento carcerario. Misura della quale è obbligatoria l'adozione in presenza delle condizioni fissate dalla legge, fatta salva la ricorrenza di una tra le cause ostative. Con la recente sentenza 15600/2022 la Corte di Cassazione ha chiarito che non è possibile adottare il provvedimento...