Civile

Esecuzione forzata, non è inesistente ma affetto da invalidità il decreto di trasferimento che indica un bene diverso da quello pignorato

di Mario Finocchiaro

Lo ha ribadito la Cassazione con la sentenza n. 17811/2021

«In materia di esecuzione forzata, il decreto di trasferimento di cui all'art. 586
Cpc, ancorché abbia avuto ad oggetto un bene in tutto o in parte diverso da
quello pignorato, non è inesistente, ma solo affetto da invalidità, da far valere
con il rimedio dell'opposizione agli atti esecutivi nei termini di cui all'art. 617
Cpc e ciò anche nell'ipotesi in cui risulti controversa l'identificazione del bene
oggetto del decreto con riferimento alla sua estensione». Questo il primo principio enunciato...