Penale

Appello, con la riforma rischio di ripetizione del primo grado

di Massimo Ceresa-Gastaldo

Un giusto processo d’appello, riservato a pochi. Questo il dichiarato obiettivo di alcune delle più significative disposizioni in tema di giudizio di secondo grado contenute nella riforma varata mercoledì scorso dal Parlamento: assicurare la piena conformità del mezzo ai principi della Cedu e allo stesso tempo (e soprattutto) ridurre drasticamente il lavoro delle corti.

Un risultato al quale negli ultimi tempi aveva già mirato la Cassazione. Impazienti di fronte al ritardo...