Professione e Mercato

Censurabile l’avvocato che usa espressioni offensive o sconvenienti nei confronti dei colleghi

di Mario Finocchiaro

L'articolo 20 del codice deontologico degli avvocati fa obbligo all'avvocato, nella attività professionale in genere, ed a prescindere dalle conseguenze civili e penali, di non usare espressioni sconvenienti e offensive nei confronti, tra gli altri, dei propri colleghi. È censurabile disciplinarmente, pertanto, la condotta del professionista nella presentazione di esposto dal Consiglio dagli avvocati, ove la fraseologia adottata nei confronti di un collega sia di per sé sconveniente, a prescindere...