Penale

Consulta: La tenuità fallimentare «batte» la recidiva

di Alessandro Galimberti

La tenuità del danno provocato nel reato di bancarotta “vince” sulla recidiva reiterata. La Corte costituzionale con la sentenza 205, depositata ieri, corregge l’effetto paradossale secondo cui la mini bancarotta provocata da un recidivo verrebbe punita peggio di un grave dissesto causato dall’incensurato. L’effetto era dovuto all’articolo 69, quarto comma, del codice penale - come riformato dalla legge 251/2005 - che stabilisce il divieto di prevalenza dell’attenuante della tenuità fallimentare (...