Penale

È corruzione elettorale promettere un posto di lavoro in cambio del sostegno

di Giuseppe Amato

Correttamente è ravvisato il reato di corruzione elettorale a carico di chi, in cambio del sostegno elettorale e del voto in favore di un candidato alle elezioni del consiglio comunale, abbia promesso a un elettore, che aveva accettato, l'assunzione della moglie e del fratello, poi finanche effettivamente avvenuta. Così ha deciso la Cassazione con la sentenza 10 agosto 2017 n. 39064.

La disciplina sanzionatoria del voto di scambio - La Corte, in parte motiva, ricostruisce la disciplina sanzionatoria...