Professione e Mercato

Le prestazioni gratuite rese dal notaio hanno una deducibilità limitata a un terzo del loro ammontare

di Giampaolo Piagnerelli

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

In breve

Secondo la commissione tributaria regionale la gratuità trovava giustificazione in ragioni di amicizia, parentela o convenienza oltre che per incentivare l'attività

Le prestazioni rese da uno studio notarile senza ricevere alcun compenso fiscalmente vanno inquadrate tra le spese di rappresentanza con una deducibilità limitata a un terzo del loro ammontare. Lo chiarisce la Cassazione con l'ordinanza n. 36584/21.

La fattispecie. La vicenda aveva avuto una lettura non corretta da parte della commissione tributaria...