Professione e Mercato

Osborne Clarke aderisce alla Science Based Targets initiative e annuncia gli obiettivi net-zero internazionali

Lo Studio Legale internazionale Osborne Clarke ufficializza gli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra nel medio e lungo termine fissati secondo la Science Based Targets initiative (SBTi).

Omar Al-Nuaimi, Valeria Veneziano, Riccardo Roversi

Lo Studio Legale internazionale Osborne Clarke ufficializza gli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra nel medio e lungo termine fissati secondo la Science Based Targets initiative (SBTi).

La Science Based Targets initiative è un’organizzazione non governativa promossa da CDP, Global Compact delle Nazioni Unite, World Resources Institute, World Wide Fund for Nature e We Mean Business Coalition. Il suo obiettivo è guidare il settore privato nella definizione di obiettivi di riduzione delle emissioni basati su evidenze scientifiche.

Osborne Clarke ha presentato un impegno a breve termine per la riduzione delle emissioni del 50% entro il 2030 e un impegno a lungo termine per la riduzione delle emissioni di almeno il 90% entro il 2040. Gli impegni, presentati a livello internazionale, sono in fase di validazione da parte di SBTi.

Per raggiungere gli obiettivi fissati, Osborne Clarke ha istituito un gruppo di lavoro internazionale che coinvolge partner e professionisti senior, incaricati di definire l’approccio strategico del programma e di monitorare e garantire l’avanzamento dei lavori e il raggiungimento dei risultati.

Omar Al-Nuaimi, CEO Internazionale: “Affianchiamo quotidianamente i nostri clienti nei loro processi di decarbonizzazione ed è fondamentale per noi investire nella riduzione del nostro stesso impatto ambientale”.

Valeria Veneziano, ESG Champion per l’area Environmental in Italia: “Siamo stati pionieri di molti progetti in tema di sostenibilità e siamo entusiasti di poter continuare questo percorso nel quadro di un progetto ora internazionale e scientificamente rigoroso”.

Riccardo Roversi, Managing Partner e ESG Champion per l’area Governance in Italia: “All’impegno in termini ambientali affianchiamo quello per il sociale, secondo una visione ampia e consapevole del nostro ruolo e del nostro impatto sulla comunità”.

Il nostro impegno è già stato riconosciuto dalle directory internazionali: fin dalla prima edizione e anche nel 2024, siamo presenti all’interno di Legal 500 Green Guide, la guida che include gli studi legali distintisi per le iniziative dirette e per l’advisory ai clienti in ambito ESG.

La responsabilità etica è alla base della strategia di Osborne Clarke ed è attivamente promossa attraverso Osborne Clarke For Good, il programma dedicato alla realizzazione degli obiettivi ESG dello Studio.

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©