Immobili

Sì alla revocatoria se per l’acquirente il danno è conoscibile

di Michol Fiorendi

In tema di azione revocatoria ordinaria, per quanto attiene alla parte acquirente della vendita di cui si chiede la revoca, il requisito della «scientia damni» può ritenersi integrato dalla semplice conoscenza - cui va equiparata l’agevole conoscibilità – del pregiudizio. Ciò a prescindere dalla specifica conoscenza del credito per la cui tutela viene esperita l’azione e senza che assuma alcuna rilevanza l’effettiva intenzione in capo al debitore di ledere la garanzia patrimoniale generica del creditore...